Convenzione UNESCO per la Salvaguardia del patrimonio culturale immateriale


La Convenzione Unesco per la Salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale, approvata il 17 ottobre 2003 dalla Conferenza Generale dell'UNESCO, è entrata in vigore alla 40a ratifica, il 30 aprile 2006, e ratificata dall’Italia con la Legge n. 167 del 27 settembre 2007.

Tra i suoi principali obiettivi, la Convenzione si propone di salvaguardare gli elementi e le espressioni del Patrimonio Culturale Immateriale, promuovere (a livello locale, nazionale e internazionale) la consapevolezza del loro valore in quanto componenti vitali delle culture tradizionali, assicurare che tale valore sia reciprocamente apprezzato dalle diverse comunità, gruppi e individui interessati, e incoraggiare le relative attività di cooperazione e sostegno su scala internazionale (Articolo 1).

Ai fini della Convenzione, il patrimonio immateriale è descritto come "le prassi, le rappresentazioni, le espressioni, le conoscenze, il know-how come pure gli strumenti, gli oggetti, i manufatti e gli spazi culturali associati agli stessi – che le comunità, i gruppi e in alcuni casi gli individui riconoscono in quanto parte del loro patrimonio culturale" (Articolo 2).

Gli ambiti del patrimonio immateriale sono i seguenti (Articolo 2, comma 2):

  1. tradizioni ed espressioni orali (compreso il linguaggio in quanto veicolo del patrimonio culturale immateriale);
  2. arti dello spettacolo;
  3. consuetudini sociali, eventi rituali e festivi;
  4. cognizioni e prassi relative alla natura e all'universo;
  5. saperi e pratiche legati all'artigianato tradizionale

La Lista del Patrimonio Mondiale Immateriale include 391 elementi.
In Italia sono sei gli elementi che hanno ottenuto il riconoscimento.
La Sicilia è rappresentata da:

La vite ad alberello di Pantelleria

Una pratica agricola che rappresenta un esempio unico nel suo genere di coltivazione della vite, tramandatasi di generazione in generazione nella comunità pantesca. L’alberello pantesco è basso e riparato da una conca di terreno realizzata per permettere la produzione di uva e la vita stessa della pianta in condizioni climatiche avverse che caratterizzano Pantelleria per 9/10 mesi l’anno.

L'opera dei pupi siciliani
 

Il Teatro delle Marionette Siciliane, meglio conosciuto come Opera dei Pupi (“Sicilian puppet theatre”), è stato proclamato il 18 maggio 2001 e successivamente iscritto nel novembre 2008.

La Dieta Mediterranea
 

La dieta mediterranea è un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola, tra cui la coltivazione, la raccolta, la pesca, la conservazione, la trasformazione, la preparazione e, in particolare, il consumo di cibo” – si legge nella decisione del Comitato di valutazione per l’iscrizione dell’Unesco – “la dieta mediterranea comprende molto più che il solo cibo. Essa promuove l’interazione sociale, dal momento che i pasti collettivi rappresentano il caposaldo di consuetudini sociali ed eventi festivi. Essa ha dato alla luce a un formidabile corpo di conoscenze, canzoni, proverbi, racconti e leggende.

Tutti i diritti riservati