Informazioni utili



Piazza Ponte dell’Ammiraglio - 90123 Palermo (PA)


Ponte dell'Ammiraglio

Il Ponte dell’Ammiraglio, costruito nel secondo quarto del secolo XII (1132 ca.) costituisce un’importante testimonianza dell’architettura civile di età normanna. Rappresenta uno dei massimi prodotti d’ingegneria medievale in area mediterranea, interamente costruito in pietra da taglio, notevole per dimensioni, straordinarie per l’epoca. Deve il suo nome al fondatore Giorgio di Antiochia, ammiraglio del regno al servizio del re Ruggero II dal 1125 e altresì fondatore della chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio. Il ponte, oggi in Corso dei Mille (Piazza Ponte Ammiraglio), fu eretto fuori dalla cinta muraria della città normanna, in prossimità della porta di Termini e in origine attraversava il fiume Oreto. La costruzione è parzialmente interrata e circoscritta in un’area recintata, depressa di circa tre metri rispetto all’attuale piano stradale. Presenta la configurazione caratteristica a “schiena d’asino”, con due rampe simmetriche rette da sette campate ad arco ogivale e ghiere a rincasso. Le arcate sono scandite da sei massicci piloni dotati a loro volta di aperture a sesto acuto in modo da ridurre la spinta del fiume in piena. L’intera struttura è realizzata in conci regolari di calcarenite, e richiama per tecnica costruttiva e morfologia una tipologia diffusa in area maghrebina. Sul Ponte dell’Ammiraglio, il 27 maggio dell'anno 1860, nel corso della Spedizione dei mille, le truppe garibaldine provenienti dalle pendici di Gibilrossa si scontrarono con le truppe borboniche, lì posizionate per opporsi all’ingresso del nemico in città. Nel 1938, a causa dei continui straripamenti, il corso del fiume Oreto che originariamente scorreva sotto il ponte venne definitivamente deviato, consentendo l’allargamento del Corso dei Mille. In quell’epoca il ponte fu restaurato e parzialmente interrato, cosicché oggi l’alveo del fiume è sostituito da un curato giardino.

(© Dossier di Candidatura per l’iscrizione nella World Heritage List del sito seriale Palermo Arabo- Normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale, dicembre 2014)

Tutti i diritti riservati